Joe McDonnell e Jason Wright

Una intervista a Joe McDonnell e Jason Wright

Joe McDonnell e Jason Wright parlano della loro squadra


di Umberto Nalio.
Foto di Stefano Teneggi


Sembrano quasi due ragazzini felici.
Mi riferisco a Joe MCDonnell e Jason Wright che si sono concessi alle domande di Polesine Rugby.

L’amichevole di sabato scorso con le Fiamme Oro fornisce spunti interessanti per una analisi a tutto tondo.

Viene spontaneo chiedere subito come hanno visto la squadra contro il XV cremisi.

“Non vogliamo, spiegano i due tecnici, fare una analisi dei singoli, ma sottolineare come il gruppo abbia risposto positivamente nella prima uscita stagionale, profondendo tanto impegno sempre sorretto da molta voglia di giocare.”

Io però ho segnato sul mio taccuino diverse note negative nel corso della notturna. A partire da diverse leggerezze difensive e carenze in certi ruoli fondamentali.

“La difesa richiede ancora molto lavoro, risponde Joe, ma per il resto siamo contenti.

Avevamo chiesto ai ragazzi molto impegno e loro hanno risposto con una prova notevole sotto il profilo fisico.

Il risultato per ora non conta.
Importante è stato vedere tutti giocare con tanta voglia.

Io tutte le mattine vado al campo felice per il lavoro che stiamo facendo.”.

Quindi mi sembra di capire che in questa fase state curando molto la coesione del gruppo e l’inserimento dei nuovi?

“Abbiamo un grande gruppo, replica Jason, con tanti giovani.

Un ambiente positivo con tutti i componenti la rosa disponibili a svolgere con serenità il lavoro giornaliero”.

Lo scorso anno però il pesantissimo lavoro di preparazione aveva scatenato non pochi malumori.

“Allora – è la volta di McDonnell –, la tanta fatica è stata quasi una provocazione.

Volevamo valutare quali giocatori fossero disposti a lavorare duro, rispettando il programma che noi proponevamo.

Ora sappiamo su chi possiamo contare.

Abbiamo tanti giovani e tutti pieni di entusiasmo”.

Un cambiamento, rispetto alla passata stagione, compreso il sorriso sulle labbra dei due tecnici.
Scherzosamente Jason fa presente che ero stato io ad invitarli a sorridere di più, e loro lo stanno facendo.

Colgo anche l’occasione per chiedere informazione sugli infortunati e ci viene detto che Momberg e Parker dovrebbero essere presenti alla prima di campionato, mentre l’estremo Weepu dovrebbe arrivare a Rovigo il 18 di settembre.



Una intervista a Joe McDonnell e Jason Wright


Le impressioni di Umberto Nalio su Rovigo Fiamme oro Preseason