RUGBY ROVIGO - Polesine Rugby

Vai ai contenuti

Menu principale:

RUGBY ROVIGO

 

03/09/13
MOMENTI DI FATICA, RELAX E DIVERTIMENTO
I rossso blu in ritiro ad Albarella

01/09/13

PIU’ LUCI CHE OMBRE NELLA PRIMA AL BATTAGLINI
Tre mete e la mischia le note positive nella sfida con il Viadana


Buona la prima contro i pari quota del Viadana, succulento anticipo di quella che potrebbe essere una delle sfide al vertice del prossimo campionato di Eccellenza. Il XV mantovano si è presentato al Battaglini privo di ben 9 nomi eccellenti, tutti alle prese con piccoli infortuni di inizio stagione, tra i quali i due ex Pizarro e Padrò. Il Viadana è apparso ancora indietro di preparazione, lento e vittima di quel ossessivo gioco con il pacchetto che gli ha fatto perdere l’accesso alla finale nella passata stagione, con anche un certo nervosismo che ha fruttato loro ben tre cartellini gialli. Ciò non toglie meriti alla formazione di Frati e De Rossi, abile monetizzare le occasioni avute, sfatando anche un tabù che negli ultimi anni la vedeva incapace a sfruttare le superiorità numeriche, in occasione dei gialli presi dagli avversari.
Sabato i rosso blu hanno messo in mostra anche un discreto miglioramento nel lavoro del pacchetto, nonostante i tanti calci subiti. Restano ancora da registrare gli automatismi in touche; un reparto questo che dovrà trovare un nuovo assetto dopo le partenze di Jones, Reato e Tumiati. Nei tre quarti soliti virtuosismi di Basson, ai quali bisogna aggiungere la concretezza di Bortolussi. Sottotono ancora Ngawini, mentre per Bergamasco sembra evidente che servono ancora diverse settimane, prima che il giocatore padovano ritrovi il ritmo partita.
Un test nel complesso positivo, con qualche azione in profondità di buon spessore tre mete che suggellano il primo successo della gestione Frati-De Rossi. Il prossimo appuntamento sarà il Pedrini, in programma sabato prossimo a Badia.
Soddisfatto coach Filippo Frati al termine del match, come risulta dal comunicato inviato dalla Società.
"Mi dispiace solo per l'ultima meta – è il commento dell'allenatore – ma sono contento perchè le fasi statiche sono andate molto bene, erano uno degli obiettivi da migliorare dopo la partita a Treviso. Non dobbiamo dimenticare che oggi abbiamo giocato contro una squadra che l'anno scorso ha vinto la regular season e che di questi tempi, in un'amichevole pre-campionato, ha dato 40 punti proprio al Rovigo. Complimenti ai ragazzi perchè hanno interpretato bene la partita, giocandola come se fosse una di campionato. Complimenti a chi è dovuto subentrare dalla panchina perchè ha dimostrato, come a Treviso la settimana scorsa, che non abbiamo un XV titolare bensì una rosa intera di qualità. Penso ai vari Maran, Gatto, Boggiani. Una parola in più la spendo per Gajion, un ragazzo di 20 che si è approcciato al rugby di un certo livello solo da cinque settimane: ha giocato tutto il secondo tempo nel ruolo probabilmente più difficile del rugby attuale, quello di pilone destro, ha tenuto il campo. Molto bene".
Contento anche coach Andrea De Rossi: "Abbiamo dominato nelle fasi statiche, abbiamo fatto un bel lavoro. Viadana è arrivata prima in classifica lo scorso anno, gioca le Coppe ed è organizzata per vincere il campionato come lo siamo noi. È andata molto bene, anche se ovviamente c'è qualcosa da rivedere. Siamo partiti un po' tesi, forse per l'emozione di giocare la prima partita al Battaglini davanti al nostro pubblico, ma poi abbiamo dominato".
(Nella foto il pilone Gheorghe Gajion, autore di una buona gara con il Viadana)


                                                              
Umberto Nalio






31/08/13

La Vea Femi Cz batte il Viadana al Battaglini
Tre mete ad una per la prima vittoria stagionale

VEA FEMI-CZ  Rovigo  - Rugby Viadana 22-5

Marcatori: pt 9' cp Bergamasco (3-0), 34' m Lubian E. tr. Bergamasco (10-0); st 19' m Quaglio tr. Basson (17-0), 25' m Van Niekerk (22-0), 39' m Bronzini (22-5)

VEA FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta: Basson, Ngawini, Bergamasco, McCann, Bortolussi, Rodriguez, Frati, De Marchi, Folla, Lubian E., Montauriol, Ferro, Pozzi, Mahoney, Borsi.
Entrati nel corso della partita: Gatto, Quaglio, Boggiani, Ruffolo, Calabrese, Fratini, Pavanello, Roan, Menon, Van Niekerk, Lubian L., Ragusi, Zanini, Chimera, Cecchetti, Riedo, Maran, Gajion, Balboni
All.: Frati, De Rossi

Rugby Viadana: Robertson, Pavan, Yakopo, Sanchez, Sintich, Fenner, Apperley-Iti Kh., Pascu, Denti And., Moreschi, Horn, Van Jaarsveld, Cagna, Denti Ant., Coletti.
Entrati nel corso della partita: Gatti, Marchini, Cenedese, Minari, Manuini, Bronzini, Apperley-Iti Ke., Amadasi
All.: Phillips

Arbitro: Mitrea di Treviso
G.d.l.: Boaretto e Traversi di Rovigo

Cartellini gialli: 2' st Zanini (Rovigo), 2' st Denti And. (Viadana), 10' st Van Jaarsveld (Viadana), 15' st Minari

Note: Giornata soleggiata, terreno in ottime condizioni. Spettatori 1000 circa.


Rovigo- Sono accorsi numerosi i tifosi rosso blu per vedere l’esordio casalingo del Rovigo edizione 2013/14. Dopo la pesante sconfitta patita a Treviso, formazione che pratica comunque un rugby di un altro livello, era interessante valutare i bersaglieri a confronto con un XV dello stesso livello. I  ragazzi di Frati e De Rossi hanno in parte risposto alle aspettative, fornendo una prestazione decisamente migliore di quella della scorsa settimana, andando in meta tre volte e lasciando ai mantovani i punti della bandiera solo allo scadere degli 80 minuti.
Il pacchetto ha dato segni di miglioramento, anche se sono stati presi troppi calci contro. Male la gestione di una mischia orinata ai cinque metri difensivi del Viadana, quando in 15 contro 13 i rosso blu hanno subito l’avversario, commettendo poi fallo. Rimandata ancora una volta la touche, capace di recuperare tanti palloni, ma imprecisa nel lancio e nelle chiamate. Per le prestazioni dei singoli da segnalare il grande stato di forma di Edoardo Lubian e la vena di Steven Bortolussi.
La cronaca registra una partenza decisa del Rovigo, subito catapultato nella metà campo del Viadana, anche se nei primi 20’ sono i lombardi a tenere in mano i pallino del gioco. Nonostante ciò il Rovigo riesce  mettere a segno 3 punti, grazie al piazzato di Bergamasco ed alla meta di Lubian, mangiandosi letteralmente anche una meta con Bortolussi. Al 35’ la prima vera azione in profondità dei rosso blu con l’ovale nelle mani di Rodruguez che lo trasmette a McCann, pronto a passarlo a Bortolussi che lancia in meta Lubian e Bergamasco trasforma. Applausi e squadre al riposo.
La seconda frazione i gioco, decisamente meno vivace, è stata caratterizzata dal nervosismo, due risse, e dai tanti cartellini gialli estratti dal direttore di gara Mitre. Uno per il Rovigo e tre contro Viadana.
Al 9’ sussulto Ngawini che fa il Tomba con uno slalom che esalta il pubblico, perdendo però banalmente l’ovale. Al 18’, con la superiorità numerica di due uomini, arriva la meta di Quaglio in rolling maul, questa volta trasformata da Basson. L’estremo sud africano, al 25’, si esibisce in un sombrero perfetto, recuperando la palla ed operando un affondo da 40 metri, prima di spedire in meta Van Niekerk. Il tentativo di trasformazione finisce sul palo. Poi tanta stanchezza, tanti falli e la meta dei mantovani sul fischio d chiusura.




     Umberto Nalio





30/08/13

La Vea Femi Cz ospita il Viadana al Battaglini
Secondo test in otto giorni


Porte aperte al Battaglini già dalle ore 16.15 in occasione della seconda gara amichevole del XV di Frati e De Rossi che avrà inizio alle 17.00. Per occasione la società, oltre ad avere disposto per l’ingresso gratuito, ha anche comunicato che saranno aperte le due tribune.Una gara che si articolerà nei classici due tempi da 80 minuti, con due pause a metà di ogni frazione di gioco, per un water break ristoratore.
Dopo il test a Treviso, Mahoney e soci si troveranno di fronte il Viadana, per una sfida che odora già di campionato. Dal Monigo sono arrivati importanti segnali sulla condizione tecnica del gruppo, con diverse lacune invece per quanto concerne la fase tecnica. Con il team mantovano i due tecnici attendo, sulla base di quanto da loro dichiarato in settimana, segnali importanti di miglioramento. Osservati speciali del pomeriggio saranno la mischia e la difesa, che contro il Benetton non hanno pienamente soddisfatto. Diversi i cambiamenti nel XV di partenza, anche in virtù dei rientri di Bortulussi e Rodriguez. Un Rovigo quindi che si schiererà con: : Basson, Bortolussi, Bergamasco, McCann, Ngawini, Rodriguez, Frati, De Marchi, Lubian E., Folla, Ferro, Montauriol, Pozzi, Mahoney (cap.), Borsi. In panchina siederà il resto della rosa con un paio di dubbi: Ragusi e Ruffolo.
Coach Andrea De Rossi commenta così la prima partita casalinga della squadra: "Abbiamo apportato qualche cambio nella formazione per dare spazio a tutti i giocatori. L'intenzione è di dare ritmo, migliorare le fasi statiche e aumentare il minutaggio dei singoli. Quello con Viadana è il primo test alla nostra portata, speriamo quindi di avere più possesso e, di conseguenza, aumentare le possibilità in attacco"
Il Viadana invece si presenterà con: Robertson; R. Pavan, Yakopo, Sanchez, Sintich; Fenner, Kh. Apperley; Pascu, And. Denti, Moreschi; Horn, Van Jaarsveld; Cagna, Denti (cap), Coletti. A disp.: Gatti, Marchini, Cenedese, Minari, Manuini, Bronzini, Ke. Apperley, N. Amadasi, Anello, G. Amadasi, Bigi, Manghi.
Prima della partita, inoltre, le biglietterie dello Stadio saranno aperte per la vendita degli abbonamenti per la Stagione 2013/2014.
(Nella foto il pilone Andrea Pozzi, in campo dal primo minuto)


                                                               
Umberto Nalio





PASSERELLA DELLA VEA FEMI CZ EDIZIONE 2013/14

Il Battaglini ospita l’amichevole tra Rovigo e Viadana

Il Rovigo di Frati e De Rossi si presenta sabato ai tifosi rosso blu ospitando il Viadana per una succulenta anteprima del campionato. Dopo la prima uscita con il Treviso, i rosso blu avranno modo di saggiare le proprie forze contro una formazione che milita nell' Eccellenza e che con molte probabilità sarà una delle protagoniste per la lotta al vertice.  Per l’occasione lo staff tecnico avrà a disposizione l’intera rosa. Ieri si è aggregato al gruppo Bortolussi, di ritorno dagli impegni con il Seven, mentre oggi è arrivato Rodriguez. " Disponibile-spiega Frati- sarà anche  Zanini e domani mattina dovrebbe riprendere regolarmente pure Ruffolo. Sarà quindi l’occasione per dare modo a tutti di giocare, anche operando qualche cambio rispetto al XV schierato al Monigo".
Il lavoro svolto in settima sembra esssere ripartito da quanto visto appunto al Monigo. Soddisfacente la condizione fisico atletica, mentre rimangono da oliar e verificare i meccanismi della difesa, apparsa ancora fuori fase:" Sono emerse alcune difficoltà-continua il tecnico- in particolare nelle ripartenze avversarie da rolling maul. Stiamo lavorando con un sistema difensivo che lo scorso anno a Prato ci ha proposto come la miglior difesa del campionato. A Treviso, in fin dei conti, questo sbandamento si è verificato solo in un paio di occasioni; niente di preoccupante quando si sta impostando un lavoro tutto nuovo".
Mai dimenticando che di fronte c’era un XV che pratica un rugby di livello decisamente superiore:" Effettivamente. Sabato avremmo di fronte il Viadana, squadra di categoria, che gioca molto con le ripartenze dalle rolling mau. Sarà quindi un momento importante per affinare la difesa in queste fasi, mettendo a frutto anche il lavoro svolto in queste settimane nelle fasi d’attacco".
Domani mattina, con inizio alle 9,30, lavoro per reparti e poi la rifinitura. Si giocherà alle ore 17.00 con i cancelli che si apriranno alle 16.15. L’ingresso sarà gratuito.
( Nella Foto il tecnico Filippo Frati )

     Umberto Nalio












27/08/2013


VEA FEMI-CZ: CAMPAGNA ABBONAMENTI 2013/2014

Prosegue la campagna abbonamenti della Rugby Rovigo Delta per l’imminente Campionato d’Eccellenza 2013/2014.
Da quest'anno i tifosi potranno acquistare gli abbonamenti, oltre che alla Segreteria di viale Alfieri, anche in diverse attività commerciali del centro cittadino:
Bar “Fuori dal Comune” (Vicolo Zanella, 6)
Bar Venezze (Corso del Popolo, 243)
Basilico Cucina & Dispensa (Via Nicola Badaloni, 21)
Bice.osteria trattoria (Piazza Merlin, 35) e Bice.rin (Via Renato Otello Pighin)
Caffè Miani (Via Giovanni Miani, 47)
Caffè Molinari (Piazza Vittorio Emanuele II, 2)
Casetta Rossoblù (Viale della Costituzione, 51)
Dal Moro (Corso del popolo, 163)
Engage Rugby Store (Via Giovanni Miani, 44)
Forum (Viale Regina Margherita, 7)
Hostaria La Zestea (Via X Luglio, 6)
Swatch Store (Piazza Vittorio Emanuele II, 28)
Taverna del Pittore (Via Nicola Badaloni, 25)
Tabaccheria Garibaldi (Piazza Garibaldi, 4)
33VIANGELI (Via Angeli, 33)
Ogni punto vendita è riconoscibile dall’apposita locandina, campeggiata dal testimonial Luke Mahoney capitano della VEA FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta. Nei punti vendita verrà chiesto il nome e un recapito (numero telefonico o indirizzo mail) di chi intende acquistare l’abbonamento.
L’iniziativa ha lo scopo di coinvolgere maggiormente il centro cittadino e le sue attività commerciali nella grande famiglia rossoblù, rendendo più agevole l'acquisto dell'abbonamento.
Un sincero grazie agli esercenti che hanno dato il loro sostegno all'iniziativa!
Questi i prezzi degli abbonamenti annuali per seguire le partite casalinghe della VEA FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta del Campionato Italiano d’Eccellenza 2013/2014 e del Trofeo Eccellenza.

VIP in tribuna OVEST centrale: 300 euro
Tribuna EST e tribuna OVEST (esclusa zona VIP) interi: 120 euro
Tribuna EST e tribuna OVEST (esclusa zona VIP) ridotti DONNE: 100 euro
Tribuna EST e tribuna OVEST (esclusa zona VIP) ridotti RAGAZZI 16-18 anni: 30 euro
Tribuna EST e tribuna OVEST (esclusa zona VIP) interi SOCI POSSE: 100 euro
Tribuna EST e tribuna OVEST (esclusa zona VIP) ridotti DONNE POSSE: 80 euro



27/08/2013
VEA FEMI-CZ: CALENDARIO TROFEO ECCELLENZA

È stato ufficializzato oggi dalla Federazione Italiana Rugby il calendario del Trofeo Eccellenza, competizione riservata alle squadre del Campionato non impegnate nell’Amlin Challenge Cup. Il Trofeo prenderà il via il 12 ottobre e la fase eliminatoria si disputerà durante le pause del campionato per le competizioni ERC.

La formula della competizione è a due gironi all’italiana, con partite di andata e ritorno. La VEA FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta è inserita nel Girone A insieme a Rugby Reggio, M-Three San Donà e Petrarca Padova, mentre il Girone B è composto da Rugby Lazio, Fiamme Oro Roma e UR Capitolina.

Conclusa la fase a gironi con il turno del 18-19 gennaio, le squadre classificate al primo posto si affronteranno nella Finale prevista nel weekend dell’8-9 febbraio 2014.

La prima sfida per la VEA FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta si tinge di derby: nel weekend del 12-13 ottobre, infatti, i rossoblù saranno impegnati nella trasferta a Padova contro il Petrarca.

“Sono molto contento del fatto che i gironi siano stati organizzati in maniera geografica - è il commento di coach Filippo Frati - perché è decisamente comodo, fa evitare particolari impegni a livello di trasferta sia a noi che alle altre squadre. Essendo, poi, nel girone da quattro squadre non avremo fortunatamente un’ulteriore pausa preventiva, oltre a quella della terza giornata di Campionato. Saranno contenti anche i tifosi: giocheremo due derby in più con il Padova”.

Parole condivise da coach Andrea De Rossi, che aggiunge: “La divisione dei gironi a livello geografico è stata una scelta intelligente. Questo è un Trofeo che ci teniamo a vincere, perché è nei nostri obiettivi”.

Questi gli impegni della VEA FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta per il Trofeo Eccellenza:

Andata
1^ giornata, 12-13 /10/2013 ore 16:00 Petrarca Padova - VEA FEMI-CZ
2^ giornata, 19-20/10/2013 ore 16:00 VEA FEMI-CZ - Rugby Reggio
3^ giornata, 7-8/12/2013 ore 15:00 M-Three San Donà - VEA FEMI-CZ

Ritorno
1^ giornata, 14-15 /12/2013 ore 15:00 VEA FEMI-CZ - M-Three San Donà
2^ giornata, 11-12/01/2014 ore 15:00 VEA FEMI-CZ - Petrarca Padova
3^ giornata, 18-19/01/2014 ore 15:00 Rugby Reggio - VEA FEMI-CZ



VEA FEMI-CZ: PULIZIE DI CASA
Comunicato da Via Alfieri

Dopo il pomeriggio dedicato al "Car Wash", che ha visto un enorme successo di pubblico, i giocatori della VEA FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta tornano "alvostro servizio" inforcando scope e rastrelli per l'iniziativa "Pulizie dicasa". Mercoledì 28 agosto 2013, dalle 7:00 alle 13:00, i rossoblù si rimboccheranno le maniche per rendere accogliente lo Stadio "Mario Battaglini" cimentandosi in lavori di pulizia e manutenzione dellastruttura, sia all'interno che all'esterno. La squadra opererà divisa neiquattro gruppi già costituiti per il "Car Wash", ognuno dei quali sarà impegnato per un'ora e mezza nella pulizia. Gli utensili e l'attrezzatura che useranno per la manutenzione sono stati acquistati con il ricavato del"Car Wash".
L'iniziativa "al vostro servizio", prima con il "Car Wash" ed ora con le "Pulizie di casa", è stata ideata dagli stessi giocatori e dagli allenatori Filippo Frati e Andrea De Rossi, e ha il doppio scopo di
consolidare il nuovo gruppo rossoblù avvicinandolo al tempo stesso ai tifosi.  Un modo originale e concreto per ringraziare i tanti sostenitoriche mai hanno fatto mancare il proprio affetto alla VEA FEMI-CZ RugbyRovigo Delta. Chiunque voglia unirsi ai Bersaglieri nei lavori, e avere la possibilità di stare a stretto contatto con loro, è ben accetto.
Le "Pulizie in casa" tornano utili anche in vista della prima partita alloStadio "Mario Battaglini": sabato 31 agosto 2013 alle 17, infatti, si disputerà il match amichevole con il Rugby Viadana. L'incontro seguirà la falsariga di quello giocato a Treviso venerdì scorso, sarà quindi della durata di 80 minuti con libera sostituzione e soste ogni 20 minuti per ilwater break. Per l'occasione la Rugby Rovigo Delta ha deciso di mettere adisposizione dei tifosi entrambe le tribune dello Stadio per assistere alla partita. L'ingresso sarà gratuito e i cancelli apriranno alle 16:15.

24/08/2013
A TREVISO BENE SOLO LA FORMA FISICA
Troppo forte il Treviso. Mancano ancora gli automatismi


Anche una pesante sconfitta, come quella subita dal Rovigo a Treviso, può servire allo staff tecnico per ricavare utili indicazioni, non dimenticando che il celtico avversario gioca un rugby di livello decisamente superiore. Frati e De Rossi hanno in mano la squadra solo da poche settimane, con  tanti giocatori nuovi che necessitano di tempo per mettere a punto i giusti meccanismi.
Tralasciando per ora le considerazioni sui singoli, anche se alcuni di quelli più attesi hanno deluso i tifosi rosso blu accorsi al Monigo, ci sono già sufficienti elementi per una prima analisi sul collettivo.
La prima linea difetta per ora negli automatismi e deve lavorare molto per evitare che possano prendere corpo i fantasmi del passato. La seconda linea non avrebbe giocato male se non fosse stato per alcune touche mal gestite nella chiamata e nel lancio. Decisamente insufficiente la terza, mai in posizione quando il Treviso attaccava e con un approccio difensivo poco efficace .Gli avanzamenti poi erano gestiti in maniera isolata, con conseguente perdita dell’ovale e ripartenze facili per il XV della Marca.
Un pacchetto quindi rinviato al prossimo esame e con un avversario, il Viadana, decisamente più abbordabile. Nelle mischie ordinate la forza e la maggior tecnica del Treviso ha fatto la differenza, costringendo i rosso blu a commettere falli anche su propria introduzione. In touche qualche errore, particolarmente dopo la conquista del lancio, con palle diverse palle perse.
Da rivedere anche la mediana, che registrerà il rientro di Rodriguez, il numero 10 titolare. Mentre dalla linea dei tre quarti sono arrivate le delusioni maggiori. Un reparto mai capace di penetrazioni profonde ed efficaci, che invece sono state frutto solo di qualche individualità, ed insufficiente nelle fasi difensive. In più di una occasione la linea veloce si è trovata, dopo tre passaggi, 20 metri indietro da dove era partita, facendo morire l’azione anche in possesso di palla o trovando rifugio in touche.
Ma il Rovigo edizione 2013/14 non è stato costruito per andar a giocare in RaboDirect Pro12, ma molto più semplicemente per vincere il campionato di Eccellenza. Ai due tecnici resta quindi ancora tempo sufficiente per oliare i meccanismi tra i reparti, presentandosi nella giusta forma ai nastri di partenza.   
(Nella foto tutta la rosa al termine della partita, raccolta in cerchio, per ascoltare le osservazioni dei due tecnici)


     Umberto Nalio






23/08/2013

BENETTON TREVISO-VEA FEMI CZ ROVIGO  43-0(24-0)

Primo test per la squadra di Frati e De Rossi e tanto lavoro ancora da fare

Al Monigo prima uscita ufficiale per la Rugby Rovigo targata Frati-De Rossi, davanti ad un pubblico delle grandi occasioni sempre pronto ad incitare i propri beniamini, senza però lesinare applausi anche ai bersaglieri. Poco conta il risultato finale, anche se registra una pesante sconfitta per i colori rosso blu. L’avversario della serata gioca nel campionato celtico dove ha avuto modo di battere a più riprese quelle formazioni che in coppa hanno rifilato pesanti sconfitte al XV rodigino. Un test quindi che doveva servire per verificare lo stato di salute del nuovo Rovigo, prima sul piano atletico e fisico e poi sotto l’aspetto tecnico. Le risposte sono arrivate positive per il lavoro svolto dal preparatore Tommaso Boldrini che ha presentato ai nastri di partenza un gruppo in buone condizioni. Le note dolenti purtroppo sono ancora una volta arrivate dal pacchetto di mischia, in chiara difficoltà nelle fasi statiche e pure nelle touche. La mediana è da rivedere(non c’era Rodriguez), mentre la delusione più grossa arriva dalla linea dei tre quarti, incapace di proporsi in modo efficace nelle fasi difensive. Subire mete in prima fase con l’avversario che passeggia  tranquillamente in mezzo ai centri non è certo un buon segnale. Non sono poi stati gestiti in maniera saggia i palloni avuti a disposizione che una volta persi si sono invece trasformati in ghiotte occasioni per il Treviso.
Positivi i primi dieci minuti dei rosso blu e la grinta di alcuni dei giocatori, per nulla intimoriti dalla diversa caratura degli avversari. Un giudizio sui nuovi arrivati, e sono tanti, potrà essere formulato solo dopo la partita di sabato prossimo con il Viadana. L’avversario di ieri sera era decisamente fuori portata, mentre i mantovani si presentano al via sulla stessa linea di partenza del Rovigo.
Questi i commenti dei due tecnici rosso blu al termine della gara.
Coach Andrea De Rossi ha dichiarato a fine partita: "Siamo molto contenti per l'aspetto fisico, la tenuta e l'aggressività. Lottare con Treviso la dice lunga sulla voglia della squadra. Non c'è stato nessun infortunato, che è un altro aspetto fondamentale. Abbiamo difeso tanto, anche se 43 punti sono molti. Ma i ragazzi erano molto motivati, giocare con Treviso non è cosa da tutti i giorni. Parleremo di sconfitte dalla prossima settimana. La mischia è andata abbastanza bene, in entrambi i tempi, anche se su queste nuove regole per l'ingaggio rimarranno diversi punti interrogativi".
Gli fa eco Filippo Frati: "La nuova regola dell'ingaggio in mischia non migliorerà le cose, anzi. La sorpresa più piacevole è stata la tenuta fisica, da un po' io e Andrea diciamo che Treviso gioca un altro sport. In alcuni tratti della partita anche noi siamo andati vicini a praticare quest'altro sport, che praticano squadre forti come Treviso.  Ci ha fatto piacere ricevere i complimenti di Franco Smith, che è rimasto sorpreso dalla fisicità che hanno espresso i ragazzi. Sia titolari che sostituzioni hanno giocato allo stesso livello, e questo è un segnale molto positivo. Abbiamo ricevuto risposte positive da questa verifica".
MARCATORI: pt 7' Vosawai meta; 9' Morisi meta; 25' McLean meta tr. McLean; 35' McLean meta tr. McLean; st 13' Vosawai meta tr. McLean; 22' Botes meta; 37' Vosawai meta tr. Ambrosini.
BENETTON TREVISO: Williams; Nitoglia, Morisi, Sgarbi, Esposito; McLean, Gori; Loamanu, Zanni, Vosawai; Bernabò, A. Pavanello; Cittadini, Ghiraldini, Rizzo. Entrati nel corso della partita: Fernandez-Rouyet, Al. De Marchi, Maistri, Ceccato, Favaro, Botes, Semenzato, Pratichetti, Ambrosini. All. Smith.
VEA FEMI CZ RUGBY ROVIGO DELTA: Basson; Ngawini, Bergamasco, Van Niekerk, L. Lubian; Ragusi, Frati; An. De Marchi, E. Lubian, Folla; Montauriol, Ferro; Roan, Mahoney, Quaglio. Entrati nel corso della partita: Balboni, Borsi, Boggiani, Calabrese, Cecchetti, Chimera, Fratini, Gajion, Gatto, Maran, McCann, Menon, P. Pavanello, Pozzi, Riedo. All. Frati - De Rossi.
ARBITRO: Falzone(Padova).
NOTE: pt 24-0; spettatori: 3700 circa.
(Nella foto Capitan Mahoney impegnato nel riscaldamento pre partita)

     Umberto Nalio





22/08/2013VEA FEMI CZ ALL'ESORDIO STAGIONALE
Il Monigo ospita l'amichevole tra Treviso e Rovigo


Frati e De Rossi non hanno certo scelto l’avversario più morbido per la prima uscita stagionale, quasi a voler dimostrare fin dalla prima partita quale può essere il valore di questa formazione. Forse consapevoli del fatto che dirigenza e tifosi si aspettano molto da un XV che è stato espressamente costruito per puntare a quel titolo che da troppi anni manca a Rovigo. Al Monigo, contro il Treviso, il Rovigo avrà modo di saggiare le proprie forze contro un avversario di categoria superiore che ha già nelle gambe il ritmo per la competizione celtica.
Sarà interessante verificare lo stato di salute del pacchetto rosso blu, con la speranza che la sofferenza degli ultimi sei anni diventi solo un brutto ricordo. Per vedere all’opera invece la mediana titolare bisognerà attendere il ritorno di Rodriguez. Tante le attese per l’esordio della stellare linea dei tre quarti(nella foto Mirco Bergamasco) guidata da Basson e sicuramente, almeno sulla carta, la migliore dell’Eccellenza.
A Frati abbiamo chiesto se pesa partire con l’etichetta che li vuole"obbligati a vincere":" Sicuramente la nostra campagna acquisti ha fatto clamore, ma questo non ci autorizza a considerare già vino il campionato. Altre formazioni si sono ben rinforzate, Calvisano per primo che ha inserito veramente degli ottimi elementi".
Cosa vi aspettate da questa prima amichevole?" Per noi è una importantissima prima uscita di verifica. Dobbiamo valutare lo stato fisico del gruppo e se la comprensione del gioco possa essere soddisfacente. Abbiamo lavorato molto ed intensamente perché ciò si verifichi".
Questo il XV  che scenderà in campo: Stefan Basson, Billy ‘Ngawini, Mirco Bergamasco, Joe Van Niekerk, Lorenzo Lubian, Simone Ragusi, Marco Frati, Andrea De Marchi, Edoardo Lubian, Sebastiano Folla, Matteo Ferro, Jean-François Montauriol, Guillermo Roan, Luke Mahoney, Nicola Quaglio.
Tutta la rosa a disposizione sarà presente al Monigo(30 elementi), fatta eccezione per Zanini alle prese con i postumi dell’infortunio alla caviglia, di Bortolussi impegnato con il Seven, Rodriguez in permesso e Ruffolo costretto alla resa dopo l’incontro di pugilato ferragostano.
Si gioca alle ore 20 e 30, con apertura dei cacelli alle 19.00 ed un costo all’ingresso di 5€.


     Umberto Nalio





VENERDI' PRIMA USCITA STAGIONALE DEL XV DI FRATI E DE ROSSI
Al Monigo, ore 20.30, amichevole di lusso tra Treviso e Rovigo

Sarà partita vera quella di venerdì prossimo al Monigo dove si affronteranno il Treviso ed i rosso blu di Frati e De Rossi. Qualche ora fa i tecnici delle due formazioni si sono accordati per 80’ minuti di gioco, in sostituzione dell’allenamento guidato, programmato inizialmente. La partita avrà inizio alle ore 20 e 30, articolata in due tempi da 40’ con water break ogni 20’. L’unica variante potrebbe verificarsi dopo 60’ di gioco, quando i due staff fermeranno la partita per verificare lo stato di salute degli schieramenti, decidendo poi se continuare o fermarsi. Prima uscita ufficiale per i Bersaglieri che potranno quindi saggiare il proprio stato di salute, contro una formazione che è già pronta per iniziare la quarta stagione nel campionato celtico.
Il Rovigo si presenterà al Monigo con 31 elementi della rosa. Mancheranno solamente la terza linea Guglielmo Zanini alle prese con i postumi dell’infortunio alla caviglia ed il tre quarti Steven Bortolussi impegnato con la Nazionale Seven.
Treviso è la prima delle tre tappe di avvicinamento al campionato. La prossima settimana, precisamente sabato 31 agosto ore 17.00, sarà la volta del Viadana al Battaglini, per chiudere sette giorni dopo a Badia con il Trofeo Pedrini.


     Umberto Nalio


   


Torna ai contenuti | Torna al menu