Benito Merlin 2018

Benito Merlin 2018

IN RICORDO DI BENITO MERLIN

Benito Merlin 2018


di Umberto Nalio.
Foto di Gianfranco Carrara


Ottantadue anni, ma ancora tanta voglia di vivere. Così avevo visto Benito Merlin la sera del 2 di febbraio in occasione del consueto appuntamento annuale delle Vecchie Glorie Rosso blu che Roberto Marcomini magistralmente organizza presso la Club House.

Ogni hanno sono stato invitato, senza però potervi partecipare per problemi di lavoro. Questa vola mi sono liberato e sono stato veramente contento di trascorrere una serata assieme a tutti ”quei vecchioni” che mi hanno fatto rivivere momenti epici del rugby, risvegliando emozioni che oggi difficilmente riesco a vivere con la palla ovale.

In particolar modo sono ancora più contento perché ho avuto modo di vedere un’ultima volta Benito, l’estremo che liberava la linea dei ventidue allontanando il pallone con colpi di testa e rovesciate degne dei migliori calciatori della serie A.

Quella sera è stato accompagnato dalla figlia ed era già visibilmente sofferente. Ma l’essere assieme agli ex compagni di tante battaglie gli faceva tornare il sorriso sulle labbra.

Ed è così che voglio ricordarlo, con quel sorriso da ragazzino furbetto, quasi irriverente, ma sempre simpaticamente uomo di rugby, da perfetto ”calimero”, come veniva scherzosamente chiamato dai compagni di gioco.

Tre scudetti e 207 presenze pongono Benito nella bacheca di quei giocatori che hanno fatto la storia della mitica Rugby Rovigo.

Peccato che l’inesorabile legge dell’anagrafe stia impoverendo sempre più la lista di quei gloriosi Bersaglieri.


Benito Merlin 2018


Le Nomination MVP 2018


SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU INSTAGRAM