BADIA IL POST PARTITA

logo-badia

Il Direttore Sportivo dell’Amatori Rugby Badia, Matteo Equisetto, si è espresso in merito alla prima vittoria stagionale sull’Udine, svoltasi Sabato 15 ottobre a Badia Polesine.
“Sono molto contento per i ragazzi che possono gioire e festeggiare, dopo il duro lavoro che stanno svolgendo da agosto.  Finalmente dopo due partite che per vari motivi sono andate diversamente da come ci aspettavamo, sabato, se pur con qualche difficoltà, abbiamo portato a casa il risultato. Devo fare un complimento a tutta la squadra per l’impegno, ma soprattutto alla mischia che si è dimostrata dominante nonostante alcune decisioni arbitrali, nella parte centrale della partita, che sono state a dir poco incomprensibili.  Ora, si riprende a lavorare più carichi e positivi.”

Stefano Bordon, ex giocatore del Rovigo e campione d’Europa con la Nazionale Italiana, ed ex allenatore dell’Amatori Rugby Badia, sabato sera ha assistito allo scontro tra Amatori Rugby Badia e Rugby Union Udine. Gli abbiamo chiesto un commento a caldo:
“Ho visto bene i ragazzi del Badia per i primi trenta minuti, anche se poi, per due decisioni arbitrali poco chiare, la partita si è rimessa in gioco, con l’Udine che è riuscito a segnare due mete alla fine del primo tempo. Il match è proseguito sulle punizioni dei due calciatori fino a che, alla fine, il Badia è riuscito a vincere segnando la meta a tempo scaduto. Quindi devo fare i complimenti ai ragazzi perché sono riusciti a mantenere la concentrazione per tutti i 40 minuti e oltre. Sono riusciti a giocare bene dal punto di vista della concentrazione e dello spirito, cosa da non sottovalutare visto la giovane età di molti di loro, perché solitamente non sono abituati a giocare così.”

Pare ovvio quindi che ci sia qualche dubbio su alcune decisioni arbitrali, ma l’importante è aver visto una squadra motivata e determinata a vincere che non manca di concentrazione e sa di poter sempre contare sui giocatori che da più tempo portano i colori Bianco Azzurri. Un elogio quindi a capitan Colombo che anche per questa stagione lascia il segno, con la prima meta; a Ruzza che appoggia l’ovale la seconda volta; a Marco Ferro che permette al Badia di acquistare quel punto in più rispetto all’Udine che ha portato alla vittoria; e a Boarato protagonista e man of the match con 4 calci riusciti su 5.

Ufficio Stampa Badia Group

Paola Ballani