2013 RUGBY ROVIGO ESORDIO STAGIONALE

2013 RUGBY ROVIGO VIADANA RISULTATO

Rugby Rovigo Viadana risultato  22-5.
Tre mete ad una per la prima vittoria stagionale.

Marcatori: pt 9′ cp Bergamasco (3-0), 34′ m Lubian E. tr. Bergamasco (10-0); st 19′ m Quaglio tr. Basson (17-0), 25′ m Van Niekerk (22-0), 39′ m Bronzini (22-5)

Rovigo: Stefan Basson, Ngawini, Bergamasco, Ross McCann, Bortolussi, Luciano Rodriguez, Frati, Andrea De Marchi, Folla, Edoardo Lubian, Montauriol, Matteo Ferro, Pozzi, Mahoney, Borsi.
Entrati nel corso della partita: Gatto, Quaglio, Giuseppe Boggiani, Edoardo Ruffolo, Calabrese, Fratini, Peter Pavanello, Roan, Menon, Joe Van Niekerk, Lubian L., Ragusi, Zanini, Chimera, Cecchetti, Riedo, Maran, Gajion, Renzo Balboni
All.: Frati, De Rossi

Viadana: Robertson, Pavan, Yakopo, Sanchez, Sintich, Fenner, Kh Apperley, Pascu, Denti And., Moreschi, Horn, Van Jaarsveld, Cagna, Denti Ant., Coletti.
Entrati nel corso della partita: Gatti, Marchini, Cenedese, Minari, Manuini, Bronzini, Keanu Apperley, Amadasi
All.: Phillips

Arbitro: Mitrea di Treviso
G.d.l.: Boaretto e Traversi di Rovigo
Cartellini gialli: 2′ st Zanini (Rovigo), 2′ st Denti And. (Viadana), 10′ st Van Jaarsveld (Viadana), 15′ st Minari
Note: Giornata soleggiata, terreno in ottime condizioni.
Spettatori 1000 circa.

IL PUNTO DI VISTA

Sono accorsi numerosi i tifosi rosso blu per vedere l’esordio casalingo del Rovigo edizione 2013/14.

Dopo la pesante sconfitta patita a Treviso, formazione che pratica comunque un rugby di un altro livello, era interessante valutare i bersaglieri a confronto con un XV dello stesso livello. I ragazzi di Frati e De Rossi hanno in parte risposto alle aspettative, fornendo una prestazione decisamente migliore di quella della scorsa settimana, andando in meta tre volte e lasciando ai mantovani i punti della bandiera solo allo scadere degli 80 minuti.

Il pacchetto ha dato segni di miglioramento, anche se sono stati presi troppi calci contro. Male la gestione di una mischia ordinata ai cinque metri difensivi del Viadana, quando in 15 contro 13 i rosso blu hanno subito l’avversario, commettendo poi fallo.

Rimandata ancora una volta la touche, capace di recuperare tanti palloni, ma imprecisa nel lancio e nelle chiamate. Per le prestazioni dei singoli da segnalare il grande stato di forma di Edoardo Lubian e la vena di Steven Bortolussi.

LA CRONACA

La cronaca registra una partenza decisa del Rovigo, subito catapultato nella metà campo del Viadana, anche se nei primi 20’ sono i lombardi a tenere in mano i pallino del gioco. Nonostante ciò il Rovigo riesce  mettere a segno 3 punti, grazie al piazzato di Bergamasco ed alla meta di Lubian, mangiandosi letteralmente anche una meta con Bortolussi.

Al 35’ la prima vera azione in profondità dei rosso blu con l’ovale nelle mani di Rodriguez che lo trasmette a McCann, pronto a passarlo a Bortolussi che lancia in meta Lubian e Bergamasco trasforma. Applausi e squadre al riposo.

La seconda frazione i gioco, decisamente meno vivace, è stata caratterizzata dal nervosismo, due risse, e dai tanti cartellini gialli estratti dal direttore di gara Mitrea. Uno per il Rovigo e tre contro Viadana.

Al 9’ sussulto Ngawini che fa il Tomba con uno slalom che esalta il pubblico, perdendo però banalmente l’ovale.

Al 18’, con la superiorità numerica di due uomini, arriva la meta di Quaglio in rolling maul, questa volta trasformata da Basson.

L’estremo sud africano, al 25’, si esibisce in un sombrero perfetto, recuperando la palla ed operando un affondo da 40 metri, prima di spedire in meta Van Niekerk.
Il tentativo di trasformazione finisce sul palo. Poi tanta stanchezza, tanti falli e la meta dei mantovani sul fischio d chiusura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *