VILLADOSE 2017 2018

RUGBY VILLADOSE 2017 2018 UNA STAGIONE PER CRESCERE

RUGBY VILLADOSE 2017 2018
CON LA JUNIOR PER FARE LA CARICA DEI 101

 


di Umberto Nalio


 

Analisi per noi di PolesineRugby.com del “Puma” Adriano Zamana, faro del Rugby Villadose 2017 2018 compreso.

 

A Rovigo i numeri del settore Monti Junior non sono certo incoraggianti e c’è tanta attesa per sapere quale sarà la decisione in merito alla Cadetta, che resta in C2, e le Under 18.

A Frassinelle fanno una analisi della stagione conclusa, con prospettive numeriche e qualitative decisamente rosee.

Anche Villadose, pur se delusa per la retrocessione in serie C, si consola con i numeri del settore Junior e mini rugby in crescita.

 

L’inossidabile Adriano Zamana fa una attenta analisi della situazione in casa nero verde.

“Non abbiamo ancora ben assorbita l’amarezza per il passaggio in serie C, anche se debbo essere sincero che eravamo preparati già da metà stagione, quando i risultati parlavano da soli.

Ora riprendiamo con rinnovato spirito, grazie ad un buon gruppo di giovani che hanno scelto di restare, senza fannulloni che nulla portano alla nostra causa.
Sarà una bella sfida e confido molto sull’aiuto del nuovo diesse, Marco Barion”.

 

Il settore giovanile sarà ancora una volta serbatoio per il futuro?

“Contiamo di presentarci al via della stagione con tutte le formazioni dalla Under 6 alla 16, anche con qualche numero in più rispetto al passato.
Progetto ambizioso, ma contiamo di farcela, mettere in campo anche la 18.

I ragazzi ci sono e pensiamo di superare tranquillamente il numero dei 100 tesserati.
Villadose dovrà tornare ad essere un polo di attrazione per i giovani”.

 

Da Rovigo arrivano notizie di possibili cambiamenti per la gestione di parte del settore junior, cosa ne pensi?

“Lodevole l’iniziativa di Raffaello Salvan nella veste di coordinatore delle 18 e della Cadetta.

Cercare poi di riallacciare le collaborazioni con le società del Polesine sarebbe una gran cosa”.

 

Quindi Villadose collaborativa, nonostante in passato certe situazioni abbiano creato più danno rispetto ai vantaggi.

“Collaborare va bene, ma la nostra idea è quella di far crescere dei giovani che possano, in futuro, dare anche continuità dirigenziale, per continuare il lavoro impostato in tanti anni di sacrificio”.

 

Pensavo ad un Adriano Zamana un po’ spento dopo la retrocessione. Invece lo spirito del Puma è sempre lo stesso.

 


RUGBY VILLADOSE 2017 2018 UNA STAGIONE PER CRESCERE


LO STAFF TECNICO 2017 2018 DEL RUGBY BADIA

L’UOMO CHIAVE DEL RUGBY FRASSINELLE: ANTONIO ROMEO