Rugby Rovigo Futuro 9 2018 2019

Rugby Rovigo Futuro 9 2018 2019

RUGBY ECCELLENZA SI RIPARTE IN 12
PETRARCA E CALVISANO LE FAVORITE.

Rugby Rovigo Futuro 9 2018 2019.


di Umberto Nalio.


Primo approccio tra la nuova rosa rosso blu e lo staff tecnico. Un Rovigo che ha ceduto 13 dei suoi pezzi pregiati, sostituendoli, per ora con 11 nuovi volti, molti dei quali giovanissimi. E giovani sono pure i vari inserimenti con atleti usciti dall’Under 18 Rosso blu.

Una rosa che. almeno sulla carta, sembra indebolita rispetto a quella della passata stagione. Scelte fortemente condizionate dall’instabile situazione sul fronte sponsor, che non ha permesso allo staff tecnico di operare secondo i criteri più consoni ai due allenatori.

Volendo si può tentare una analisi di quello che potrà essere lo spessore del campionato edizione 2018/19, sulla base della campagna acquisti e vendite, delle 12 formazioni iscritte al torneo.

Sembra terminata l’egemonia del duo Calvisano-Rovigo, coppia che ha monopolizzato la finale negli ultimi otto anni, con la parentesi Mogliano-Prato nel 2013.

I rosso blu non danno l’impressione di essere in grado di inserirsi nella lotta tra Petrarca e Calvisano.
Felicissimi poi di essere smentiti, ma per ora sembra che la nuova ”dittatura” dell’Eccellenza sia pane per padovani e calvini.

Petrarca avvantaggiato dal consolidamento della struttura, con un telaio collaudato e confermato.

Calvisano che nelle ultime settimane ha fortemente e qualitativamente rimediato alle tante partenze importanti, con altrettanti colpi di mercato di grosso spessore.

Quattro formazioni, Fiamme Oro-Rovigo-Viadana e San Donà in corsa per due posti nei play off

Possibile quinto incomodo il Reggio, dopo il cambio dirigenziale con tanta linfa economica nuova in più.

C’è da valutare la reale forza del neo promosso Verona.
Zanichelli ha esperienza anche nella massima categoria e nella rosa c’è qualche buon nome. Difettano purtroppo di esperienza e non si è fatto molto per adeguare la rosa alla nuova categoria.

Mogliano pare voler recuperare il terreno perso, ma la rosa e le risorse economiche non sembrano poter consentire nulla di più di una corsa per la salvezza

I Medicei hanno sostanzialmente lo stesso impianto della passata stagione e possono puntare ad un campionato senza troppi patemi, almeno sulla carta. Resta grave il problema del malumore in spogliatoio a causa dei ritardi nel pagamento degli emolumenti, relativi alla passata stagione.

Lazio ancora molto autoctona, senza grossi innesti con alle porte il solito campionato condotto da mina vagante per il gioco che pratica sempre molto dinamico, ma con un impianto poco solido. Quindi prospettive da bassa classifica. Attenzione che quest’anno si retrocede

Infine Valsugana. Non so se sia già la vittima predestinata. Polla Roux non vorrà certo tornare indietro dopo una promozione tanto esaltante, ma il materiale umano a disposizione non sembra adeguato alla categoria. Senza dimenticare che giocherà al Plebiscito le gare casalinghe, rinunciando quindi anche al fattore campo.


Rugby Rovigo Futuro 9 2018 2019


Rugby Rovigo Futuro 8 2018 2019

Rugby Rovigo Futuro 7 2018 2019

Rugby Rovigo Futuro 6 2018 2019

Rugby Rovigo Futuro 5 2018 2019

Rugby Rovigo Futuro 4 2018 2019

Rugby Rovigo Futuro 3 2018 2019

Rugby Rovigo Futuro 2 2018 2019

Rugby Rovigo Futuro 2018 2019


SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU INSTAGRAM