Badia Ricorso Favorevole

RUGBY BADIA RICORSO FAVOREVOLE di Paola Ballani

3 MESI DI SQUALIFICA PER FAVARO DEL TARVISIUM


Si è espresso a favore della Borsari Rugby Badia il giudice sportivo nazionale, l’avvocato Francesco Grillo, in merito al ricorso relativo al match del 12 Dicembre.

Durante la partita Ruggers Tarvisium – Borsari Rugby Badia, un pugno aveva colpito al volto Alessandro Fornasaro; il giudice di linea aveva avvisato il signor Bertelli, direttore di gara, il quale aveva ammonito il giocatore del Tarvisium, Lorenzo Favaro.

La Borsari Rugby Badia, in seguito alla visione dei video del match, ha fatto ricorso, in quanto il referto medico di Fornasaro riportava una frattura alle ossa nasali e una lacerazione del viso, considerando la punizione troppo poco severa.

A seguito dell’analisi dei referti medici, e della visione del video, il giudice sportivo ha deciso di accogliere l’istanza del Badia, considerando censurabile e deprecabile il gesto di Favaro che viene squalificato per 2 mesi, aumentati di 1 per l’aggravante di aver colpito alla testa l’avversario, approfittando della manifesta vulnerabilità della persona offesa.

La squalifica sarà valida dal 9 gennaio all’8 aprile 2017.

Il bianco azzurro, che era stato momentaneamente sostituito per sangue, in quanto è stato colpito al volto mentre era impegnato in un maul con viso e busto rivolti verso terra, e non poteva per questo accorgersi del pugno che gli veniva sferrato contro.


Vittorio Golfetti, tecnico della Borsari Rugby Badia, dichiara:

Da ex giocatore posso dire che tre mesi sono tanti, ma è anche vero che quando giocavo io, si tollerava molto di più. Certo è che per un discorso di pulizia, immagine anche nei confronti dei bambini che ci guardano giocare, e di correttezza nei confronti degli avversari, non sono più tollerate certe azioni scorrette.

Al termine della partita, io non mi ero lamentato, ma avevo posto l’attenzione sul fatto che molto spesso i pugni vengono puniti solo con il cartellino giallo, quando, da regolamento, dovrebbero essere puniti con l’espulsione. Non a caso il giudice sportivo ci ha dato ragione, soprattutto perché era un gesto a sproposito rispetto l’azione di gioco.

I tempi sono cambiati: una volta si vedevamo molti più pugni e falli, mentre oggi, anche per la sicurezza dei giocatori stessi, vengono puniti più duramente. I giocatori lo sanno e devono conoscere le conseguenze.


Sempre Golfetti si è espresso positivamente in merito all’allenamento di domenica contro il Colorno:

Il risultato non è rilevante: l’obbiettivo era quello di ritrovare il ritmo di gioco contro un squadra di livello che ci ha veramente impegnato. Siamo stati all’altezza per molti tratti della partita, nonostante il solito inizio lento, ma è stato comunque utile per far giocare anche chi, fino ad ora, è sceso poco in campo.

E’ stato importante riprendere con gli impatti fisici e il contatto con l’avversario. La partita contro il Vicenza conterà poco a livello di classifica, ma servirà molto sotto l’aspetto psicologico: giocare una buona partita ci porterà a cominciare la poule retrocessione con uno spirito positivo.

Il gruppo è buono, ma perdere le partite, anche per pochi punti, un po’ alla volta ti può demoralizzare. Manca purtroppo il passetto per superare gli avversari, nonostante abbiamo più volte dimostrato di essere al pari degli altri. Bisogna ringraziare tutti i ragazzi perché, seppur ogni uno abbia impegni personali, tutti sono sempre presenti agli allenamenti: ci stiamo allenando duramente e purtroppo fino ad ora i risultati non sono stati all’altezza dell’impegno in allenamento.

Ma confido che presto venga ripagato.


Intanto la settimana procede con gli allenamenti nei giorni di martedì, mercoledì e venerdì, mentre l’appuntamento è per domenica alle 14.30 presso il centro sportivo di Via Martiri di Villamarzana, per l’ultimo scontro della prima parte di campionato, contro il Vicenza.


ALESSANDRO FORNASARO NELLA FOTO DI FRANCESCA VEDOVATO

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrEmail this to someone