Rugby Badia commento

RUGBY BADIA, IL COMMENTO DI GOLFETTI di Paola Ballani

VITTORIO GOLFETTI, IL POST SCONFITTA

Domenica 18 dicembre la Borsari Rugby Badia ha perso a casa del Tarvisium, e il tecnico bianco azzurro Vittorio Golfetti ci ha raccontato le sue impressioni sulla partita.


Una partita a due facce: quando siamo con l’acqua alla gola tiriamo fuori l’orgoglio e iniziamo a giocare. Ieri è iniziata proprio male, perché stavamo difendendo, e il Tarvisium stava facendo fatica a trovare spazi, ma c’è stata la meta sul calcio ribattuto che ha contribuito ad abbattere il morale: errore e sfortuna capitati al momento sbagliato. Da li è stato difficile ricominciare. Abbiamo avuto qualche problemino in touche, ma probabilmente a causa nostra: realizziamo una buona touche quando siamo tutti concentrati, veloci e facciamo le cose semplici; quando invece cerchiamo di fare troppi movimenti, diventiamo facili da leggere per le squadre più esperte. Facciamo sempre qualche piccolo errore che rovina l’azione, come nel drive, ad un passo dalla linea di meta, quando è caduta la palla.

Dobbiamo trovare continuità, perché alla fine nel secondo tempo, in 14 contro 15, abbiamo segnato tre mete, contro una squadra che sulla carta, doveva essere la più forte del girone, o comunque una di quelle che avrebbe lottato per la promozione. Invece, abbiamo dimostrato di essere all’altezza; dobbiamo tener conto di questo se ci troveremo nella seconda fase di play out in quanto, sia a Badia che a Treviso, li abbiamo messi in difficoltà. Dispiace anche a noi allenatori veder ripetere sempre gli stessi errori perché stiamo giocando sempre nello stesso modo: riusciamo a tenere il possesso, ma non sempre la continuità.

Il fallo finale, probabilmente c’era, perché ci si trova a dovere recuperare, a 5 minuti dalla fine, e lo si fa con poca lucidità; li abbiamo quasi raggiunti nel punteggio, ma con poco tempo a disposizione. Se riuscissimo a giocare con continuità per tutta la durata della partita, queste situazioni non succederebbero; invece abbiamo segnato la meta del 26-21 quando mancavano 5 minuti alla fine, e anche se loro ci hanno aiutato sbagliando il calcio d’inizio, noi nella fretta di riuscire ad avanzare, abbiamo commesso un fallo. Ma non è quello che avrebbe cambiato il risultato: dovevamo pensarci prima!

L’espulsione di Ruzza non era per un fallo volontario, e spero ne tenga conto anche l’arbitro. La touche era un po’ disordinata, ma per proteggere l’incolumità dei giocatori l’arbitro doveva espellere qualcuno. Ma se si trattasse d’incolumità dei giocatori, sarei più propenso a punire con il rosso i pugni che sono stati sanzionati invece con un cartellino giallo per i falli di reazione.


Gli appuntamenti ufficiali per i ragazzi della Borsari Rugby Badia riprenderanno con gli allenamenti tra Natale e Capodanno; mentre per questa settimana saranno sospesi. Domenica 8 gennaio è prevista un’amichevole allenamento a Colorno con una delle squadre che punta alla promozione in eccellenza. Il 15 di gennaio, invece, torna il campionato, con l’ultimo scontro del girone, contro il Vicenza.

La società si congratula con Marco Luigi Brogiato che nella scorsa settimana ha conseguito la laurea in Scienze Motorie, e Francesco Zarattini che è diventato papà per la seconda volta.


LE IMMAGINI SONO DI FRANCESCA VEDOVATO

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrEmail this to someone