Postpartita Rugby Badia CUS Padova 2017 2018

Il Postpartita Rugby Badia CUS Padova 2017 2018

Badia – Cus Padova
40-13

Il Postpartita Rugby Badia CUS Padova 2017 2018.


di Paolo Aguzzoni.


Marcatori: 2’ m Pavarin (5-0); 8’ m Pavarin – tf Fratini (12-0); 17’ cp Decina (12-3); 26’ m Pavarin – tf Fratini (19-3); 30’ ma Pavanello  – tf Fratini 26-3); 40’ m Bagagiolo (26-8). St: 10’ m Pavarin – tf Fratini (33-8); 32’ m Cagnin (33-13); 37’ m Badocchi – tf Fratini (40-13).

Borsari Emprio Badia: Rossetto, Pavanello, Badocchi (St 12’ Zulato), Arduin (St 25’ Badocchi), Juan Martin Ramirez, Fratini, Boscolo (St 16’ Flagiello), Fabio Michelotto, Pavarin (St 16’ Fornasaro), Agustin Ramirez (St  4’ Nicola Zampolli), Cecchetti (St 1’ Rizzatello), Aggio, Diego Michelotto (St 19’ Barbujani), Ruzza (St 16’ Baccini), Colombo. All. Alessandro Lodi

Cus Padova: Decina, Giudicianni (St 30’ Crivellaro), Cagnin, Frezza, Guegan, Pierluigi Torresan, Gasparello (St  35’ Stoica), Leopoldo Torresan (Pt  32’  Bagagiolo), Fellet, Barbiero,  Scanferla (St  30’ Santolin), Cescon, Pettenello (St 35’ Piccolo), Di Lorenzo (St 30’ Piovesan), Di Bella. All. Marco Vladimiro Pellielo

Arbitro: Filippo Bertelli (BS)
Gdl:  Devid Malaman (RO) e Pietro Motta (PD)
Man of the match: Marco Pavarin (B)

Al XV di Lodi serviva la vittoria col bonus e così è stato anche perché nell’anticipo di sabato pomeriggio il Villorba era andato a vincere a Rubano 33-13 prendendosi pure il bonus e quindi da Badia si doveva rispondere conquistando i 5 punti.

La partenza dei biancazzurri è stata efficacie e determinata: al 2’ Pavarin è già in meta nella prima vera azione della partita sviluppatasi nei 22 avversari da destra a sinistra tutta alla mano. All’8’ arriva la nuova marcatura iniziata da una punizione di seconda a cui è seguita una penetrazione in tre fasi ed è ancora Pavarin a metterci la firma. Il Badia si rilassa un attimo e concede al 17’ un piazzato ai cussini che Decina mette nell’acca. I padroni di casa riprendono a macinare gioco e al 26’ Fratini pesca, con un perfetto calcetto, diretto verso l’angolo destro, ancora Pavarin che segna la sua terza meta. Il bonus arriva al 30’ con la bella meta di Pavanello lanciato da un passaggio sottomano di Rossetto: l’ala mette l’ovale in mezzo ai pali. A tempo quasi scaduto il Cus Padova trova la sua prima meta con Bagagiolo e si va al riposo con il Badia sul 26-8.

Nella ripresa inizia la girandola dei cambi, la partita perde di intensità e al Badia basta controllare il gioco e ripartire con giocate veloci e al largo.

Si arriva al 10’ quando Ruzza avanza bene sin quasi alla linea di meta quando viene fermato ma il Badia non perde il possesso e dalla ruck esce un pallone pulito al largo per Pavarin che fa il poker personale.

Con coraggio il Cus Padova non demorde e al 32’ va in meta per la seconda volta e la firma Cagnin che approfitta di un momento di rilassatezza dei padroni di casa che subito dopo riprendono il filo del gioco e Badocchi mette in mezzo ai pali la sesta meta biancazzurra.

Il Badia ha fatto quello che doveva fare affrontando la partita con l’approccio giusto e ha mantenuto  sempre il comando delle operazioni; il Cus Padova ha fatto la sua parte mettendo in campo soprattutto orgoglio e impegno.

Per la terna arbitrale problemi zero: la partita è stata corretta e l’esperto Bertelli non ha dovuto estrarre nessun cartellino.


Il Postpartita Rugby Badia CUS Padova 2017 2018


Il Prepartita Rugby Badia Cus Padova 2017 2018


SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU INSTAGRAM